"Brevit srl
ha selezionato una rete di terzisti specializzati
al fine di garantire
trattamenti superficiali di qualità"

 



Che Cos'e' La Ruggine?
La Ruggine L'acciaio si dissolve in sali ed aria contenente acqua, mentre l'ossigeno si riduce, l'idrogeno si evolve formando ossidi e idrossidi di ferro, i quali precipitano sulla superficie come una voluminosa corrosione.



Come Si Combatte?
Con la protezione dell'acciaio da corrosione catodica mediante rivestimento di zinco, metodo tipico per la protezione dell'acciaio e dei materiali ferrosi.




Tipi di rivestimento

I tipi di rivestimento della bulloneria in acciaio si suddividono in base al processo di applicazione.

 

Essi sono:

 

- Rivestimenti elettrolitici (galvanici)

- Rivestimenti chimici

- Rivestimenti meccanici

- Rivestimenti a caldo

 


Rivestimenti elettrolitici (galvanici)

Tali rivestimenti sono ottenuti attraverso l'immersione del materiale in una soluzione elettrolitica contenente sali di zinco. Viene creato un passaggio di corrente tra il pezzo e la soluzione che fa depositare lo zinco metallico sulla superficie del pezzo stesso.

 

Spessore dei Rivestimenti galvanici:

Gli spessori dei rivestimenti elettrolitici (galvanici) chimici meccanici sono dell'ordine di 3-20 micron.
Le finiture comunemente utilizzate sono le seguenti: zincatura bianca (5, 8, 12 micron), zincatura nera, tropicalizzazione, brunitura e nichelatura.

 


Rivestimenti chimici (s/c UNI 3740/6)

I rivestimenti chimici impiegati per la bulloneria sono di due tipi:

 

- Fosfatici

- A base di metalli e di leganti organici

 


Rivestimenti meccanici (s/c UNI 3740/6)

Tali rivestimenti, ottenuti attraverso l'azione meccanica di una polvere costituita da Zn, Sn, o Al o loro combinazioni, sono raccomandati per la bulloneria ad alta resistenza con carico di rottura Rm maggiore od uguale a 1040 N/mm2 in quanto il procedimento non causa infragilimento da idrogeno.

 


Rivestimenti a caldo

Tali rivestimenti, ottenuti per immersione in bagno di zinco fuso, non sono raccomandati per la bulloneria di piccole dimensioni e/o con tolleranze di grado preciso, sono altresì raccomandati per la bulloneria impiegata in ambienti ad alto tasso di corrosione.

 

Spessore dei Rivestimenti a caldo:

 

Gli spessori dei rivestimenti a caldo sono dell'ordine di 70-100 micron, pertanto vanno eseguiti con filetto minorato, generalmente si ripassa il filetto del dado dopo il suo rivestimento.

zincatura-f1 tabella-tt-galvanici-ctt-galvanicic

| Standard | Speciale | Solare | Oil & Gas | Kit Viteria | Kan Ban |